venerdì 13 aprile 2012

Pizza cresciuta un po’ pasquale e un po’ no


Un po’ si e un po’ no, perché è perfetta anche per il pic-nic del prossimo ponte o perché no, di qualsiasi scampagnata tra amici.. a voi piacciono le scampagnate con gli amici?? A me un sacco! Ultima volta un po’ di anni fa a Pasquetta nel velletrano. Ci siamo divertiti da matti! Si perché quando c’è l’amicizia, quella vera, quella pura, senza incomprensioni e senza dubbi o incertezze! Questa si che è amicizia! ^_^
Buon appetito!

ps:questa ricetta è della mia suocera,si consuma per la colazione pasquale, tipica romana a quanto pare :P (si chiama anche pizza Umbra.. quindi anche tipica umbra.. che casino!!!)


Ingredienti: (stampo da 26cm)
500 g di farina 0
Farina per la spianatoia q.b.
120 g di pecorino grattugiato
150 g di parmigiano grattugiato
4 uova
170ml di latte
170ml di olio evo
200 g di provola o pecorino
8 g di lievito di birra fresco
1 pizzico di sale
Pepe nero macinato fresco

Procedimento:
In una ciotola, mescolate le uova con il pecorino, il parmigiano, sale e pepe, unite l’olio, mescolate nuovamente e aggiungete 100 gr di provola tagliata a julienne mescolando ancora. Unite la farina e il lievito sciolto nel latte tiepido e impastate. Rovesciate l’impasto nella spianatoia infarinata e impastate velocemente ottenendo un impasto morbido e omogeneo. Sistemate l’impasto in una tortiera, coprite con un canovaccio e fate lievitare fino a quando diventa bello gonfio.(se l’ambiente è asciutto un’ora e mezza è sufficiente). Preriscaldate il forno a 180° ventilato, mettete 100 gr di provola tagliata a cubetti nella superficie dell’impasto mettendoli in ordine sparso e infornate per 45/50 minuti. Aspettate che sia freddo e sformate. Servite con salame e formaggio stagionati.



25 commenti:

  1. Cosa vedono i miei occhi!!!!! già mi sto riprendendo dalla strafogata del casatiello di giorni fa!! e tu ora mi posti sta torta??? io salvo la ricetta.. mis embra proprio bella alta e soffice.. smack cara .-))))
    ps: è vero ciò che scrivi sull'amicizia..

    RispondiElimina
  2. Resto della convinzione che le cose buone non hanno stagione, quindi W la pizza ricresciuta ogni volta che se ne ha voglia! Non l'ho mai fatta questa versione salata, alla fine mi butto sempre su quella "dolce" di famiglia ma mi tenta e pure parecchio. Dev'essere buonissima, con quell'accompagnamento poi...Baci, buon we

    RispondiElimina
  3. wowwwwww ma è una goduria mamma maia una fettina di salame mamma che gola con la pizza cresciuta!

    RispondiElimina
  4. io l'ho vista in anteprima e ho fame da allora! Cattiva! l'ho già detto, ma te lo ripeto...ti è venuta alla stragrandissima!

    RispondiElimina
  5. E' la pizza umbra, ma tanto diffusa qui nel Lazio che oramai è anche laziale! Ed è buonissima, in tutte le stagioni. Si accompagna benissimo a salumi. Ma da portarsi dietro anche il primo maggio per le "fave cor pecorino"!! Ti è venuta splendida. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. che magnifica ricetta!mi piace!!!!!!!!!baci!

    RispondiElimina
  7. Romana o Umbra ma chi se ne importa!!! Fantastica....

    RispondiElimina
  8. Non ho mai assaggiato la pizza cresciuta ma guardando la tua mi viene voglia di farla!!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  9. Questa ricetta è perfetta sempre!!!!!!!!!!!!!
    Baci

    RispondiElimina
  10. a dir poco meravigliosa.... e soprattutto invitante con quelle fette di salame.... se ci fossi stata non l'avresti nemmeno potuta fotografare!!! ;)

    RispondiElimina
  11. colore ambrato, forma perfetta, il gusto mi manca.......baci.

    RispondiElimina
  12. Davvero Debora non ci si capisce più nulla con le origini di queste pizze!! Quello che conta però è la bontà e questa mi sembra proprio perfetta!! Da provare sicuramente anche per altre occasioni e speriamo (tempo permettendo)per qualche gita fuori porta!! Un bacio grande e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  13. come mi sembra sofficeeeeee..mai assaggiata però....

    RispondiElimina
  14. pasquale o no mi è venuta una fame che quasi quasi faccio uno spuntino notturno!!!!

    RispondiElimina
  15. uuuuu me l'ero persa!!! bei tempi quelli delle scampagnate...non andavamo in motocicletta....e quanto si mangiava!!!...me la segno per qualche occasione!!! buon week end!

    RispondiElimina
  16. Sì, hai ragione, è davvero perfetta anche per un picnic. Anche io adoro le scampagnate e credo proprio che questa bella pizza prima o poi ci seguirà :-)

    RispondiElimina
  17. ma di dovunque sia è bboona!!!! Ma quanto è alta? Evviva i picnic con gli amici, anche a me piacciono tanto...speriamo solo nella clemenza del tempo, nevvero? Buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  18. Anche a me piacciono tanto le scampagnate, anche se le preferisco al di là delle feste comandate, per il semplice motivo che per me devono essere motivo di relax e a Napoli non lo sono quasi mai, considerando la caterva di macchine che si riversano in strada in quei giorni :) Ma proprio ieri a telefono dissi alla mia migliore amica di voler fare un bel pic nic al mare o in campagna.. qualcosa di rilassante e piacevole e sicuramente terrò presente questa ricettina da portare con noi :)

    RispondiElimina
  19. WOW che meraviglia!!! romana, umbra, calabra o di qualsiasi altro posto per me non fa nessuna differenza...sicuramente una delizia

    RispondiElimina
  20. @Grazie a tutte troppo carine ^_^ io la rifarò per il prossimo ponte.. quindi non occorre aspettare la prossima Pasqua.. si presta bene per altre occasioni ^_^

    RispondiElimina
  21. si tatina, a me piacerebbero pure le gite con gli amici, se la mia nanetta non vomitasse dopo 2 chilometri di auto!!
    ciao morbillosa mia, deliane, voglia di buttarcisi dentro, mordicchiarlo, e poi farci anche un pisolino, tant'è soffice!
    un bacio grande. ma grande però!!!!

    RispondiElimina
  22. me encanta es una magnífica receta me la llevo,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina

Lasciate un commento come segno del vostro passaggio......