martedì 8 maggio 2012

Gattò di patate… a modo mio, con la menta!

A modo mio si, perché ognuno ha il suo di modo e li trovo tutti speciali! Questa versione non è poi cosi lontana da quella classica, ma quel tocco di menta che da freschezza è davvero eccezionale! Provatela in mini porzioni individuali per stuzzicare l’appetito dei commensali. In questo momento, mentre voi leggete, io sto andando al lago per godermi una giornata stupenda con mio marito per festeggiare il nostro secondo anno di matrimonio!!!!! Vi auguro una felice giornata, vado a godermi il lago!! Ciao 

Ps: Gattò scritto cosi, come si pronuncia.. altrimenti diventa francese e gli ingredienti diventano chic io so chock e non fa per me! :P
Ingredienti per 4 monoporzioni
500 g di patate
200 g di provola
150 g di prosciutto cotto
1 uovo
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
Sale
Pepe
Un pizzico di noce moscata
Qualche foglia di menta
Burro e pangrattato qb
Procedimento:
Lessate le patate con un pugno di sale, pelatele e schiacciate da calde. Condite le patate schiacciate con qualche foglia di menta tritata, sale, pepe, parmigiano, l’uovo, la noce moscata e mescolate bene. Versate il composto in 4 ciotole monoporzione da forno precedentemente unte con burro e cosparse di pangrattato (riempite a metà le ciotoline). Mettete sopra una fetta di provola e una di prosciutto cotto. Coprite con altro purè di patate, livellate la superficie e cospargete di pangrattato. Sopra ogni ciotola mettete una noce di burro e infornate a 200° fino a doratura desiderata (circa 20 minuti nel mio forno). Sfornate e aspettate qualche minuto prima di sformarle. Servite con una foglia di menta fresca sopra.

NOTE: ottimo come piatto unico o secondo completo!!

25 commenti:

  1. Strepitoso questo gattò!!! Tantissimi auguri allora e buona gita!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Il tuo modo è bellissimo, buon lago e secondo anniversario, io rimarrò in ufficio tutto il giorno...goditi il sole! Ciao chock!

    RispondiElimina
  3. Anche a me piace stravolgerlo sto gattttttttò... il tuo in versione monoporzione mi intriga.. e pure con le foglioline di menta!! che noi adoriamo! baci e buona giornata .-)

    RispondiElimina
  4. Carinissimo ... e molto invitante ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  5. Augurissimi per l'anniversario :)
    La menta la devo provare nel gattò. Mia madre è molto restia a rivisitare la nostra tradizione (il gattò che fa è una goduria), quindi glielo dovrò preparare di nascosto e farglielo assaggiare. Deve essere troppo buono e profumato :)

    A presto e buona giornata :)

    RispondiElimina
  6. vai vai, vai al lago che io ti spazzolo il gatto....ops, ecco basta un'accento in meno e diventa iunquietante questo piatto ;)
    Le mono porzioni piacciono pure a me e il tocco di menta lo rende proprio "tuo" e per questo, speciale!
    Buon anniversario Deb, baci

    RispondiElimina
  7. Per prima cosa AUGURIIIIII!!!! Mi piace l'idea della monoporzione!!!! un bacione

    RispondiElimina
  8. anche da me si usa mettere la menta, gli dona un gusto unico!

    RispondiElimina
  9. Approvato al cento per cento! E' chic e choc!!! Quale menta hai usato? Io ne ho quattro varietà in giardino. Che faccio visto che ne escono fuori quattro ne metto una diversa su ognuno???

    RispondiElimina
  10. Meglio non essere chic, non siamo all'altezza, cara io tolgo la menta che non mi piace, la versione mono porzione mi gusta, baci.

    RispondiElimina
  11. Sfiziosa questa versione monoporzione, non ho mai provato a profumare con la menta

    RispondiElimina
  12. questi mini-gattò sono deliziosi, brava! che bella idea.

    RispondiElimina
  13. mi piace da matti così mignon e ripieno, brava!

    RispondiElimina
  14. mi piace davvero tanto il modo in cui tutto ciò che tocchi diventa un meraviglioso finger food/appetizer!! io te lo dico, se continui così mi trasferisco fissa a casa tua!!

    RispondiElimina
  15. Auguri piccioncini!!!! E complimenti per questo gattò....una ricetta sempre favolosa! Ciauz!!

    RispondiElimina
  16. simpaticissimo il nome chock, e mi sono gia' segnata la ricetta, perche' mi ispira proprio! Spero che la giornata al lago sia stata bellissima!

    RispondiElimina
  17. Io il gattò lo adoro ,e il tuo e' strepitoso.Concordo con il nome e con il fatto di essere chock.Spero che sia stata per voi una splendida giornata.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Buon Anniversario , noi festeggiamo qua con il tuo gattó... Sempre che ne sia rimasto ancora un po' ...ha un aspetto davvero goloso ! ;)

    RispondiElimina
  19. Ciao ti volevo invitare a partecipare al contest "Il dolce della vita"
    http://dolciricette.blogspot.it/2012/04/il-dolce-della-vita-contest.html

    Scadenza 20 maggio.

    Ti aspetto!!

    RispondiElimina
  20. è un piatto troppo buono...un classico intramontabile!! e per evitare che si intenda come un piatto francese, io taglio corto e lo chiamo pizza di patate! :-)

    RispondiElimina
  21. Ciao, passo per invitarti al mio nuovo contest sulla cucina al microonde!

    http://panperfocaccia-grianne.blogspot.it/2012/05/contest-cucina-al-microonde-con-lekue.html

    Buona serata!
    Cristina

    RispondiElimina
  22. lo sai che non ho mai pensato a farlo mono porzione?ottima idea!
    buona giornata!

    RispondiElimina

Lasciate un commento come segno del vostro passaggio......