mercoledì 31 luglio 2013

Bistecca alla contadina…. a modo mio però

Si a modo mio, la mia mamma la fa da anni in un modo tutto suo, io, che ogni tanto riesumo qualche ricordo d’infanzia chiedendo “ ma ti ricordi quando ci facevi questo!? E ti ricordi quando cucinavi quello!?” “rubo” la ricetta a lei che è la miglior cuoca che esiste sulla Terra! Non è perché sono di parte, è vero!  Devo dire che ogni tanto anche lei “ruba” le mie ricette, e cavolo, son soddisfazioni :P
Parlando con alcune persone negli anni di questa “bistecca contadina”, ognuno ha la sua versione, ognuno ha la sua tradizione o la sua convinzione di cosa sia “alla contadina”. La cucina è bella anche per questa, per la sua tradizione, le contaminazioni geografiche e famigliari, per il passaparola, dove ognuno aggiunge qualcosa, sempre senza la presunzione di avere quella più giusta! A mio parere ognuno ha la sua particolarità, anzi, mi piacerebbe sapere qual è la vostra “contadina”.
Sono tutta occhi!... leggo volentieri le vostre varianti sul tema!
 A presto!


Ps: quante volte ho scritto “contadina”? O.o
 Ingredienti per 4 persone:
4 bistecche di maiale
300 g di olive verdi giganti in salamoia (io Saclà)
Mezzo peperone rosso
2 cucchiai di capperi sott’aceto
Rosmarino q.b.
Prezzemolo q.b.
2 spicchi di aglio
Pepe q.b.
Sale q.b.
1 bicchiere di vino bianco secco
Farina q.b.
Olio extra vergine di oliva q.b.
20 g di granella di nocciole (io Eurocompany)
Mezzo limone non trattato
Procedimento:
Tritate l’aglio, il prezzemolo, il rosmarino, le olive snocciolate, i capperi e mezzo peperone rosso. Infarinate le bistecche, fatele rosolare in un’ampia padella, salate e pepate, bagnate con il vino, aggiungete subito il trito, il succo e la buccia di mezzo limone e fate cuocere per 15 minuti a fiamma moderata. Girate la carne una sola volta a metà cottura, facendo attenzione che il liquido e il trito siano ben distribuiti in tutta la padella e su tutte le bistecche. Aggiungete la granella di nocciole fate cuocere altri 5 minuti e girate ancora le bistecche se serve.
Servite le bistecche calde con sopra il sughetto di cottura con il trito e una fetta di limone. 

7 commenti:

  1. Saranno gustosissime! Complimenti e un abbraccio
    paola

    RispondiElimina
  2. Meravigliosa, Debora!!! La cucina alla contadina è, a mio avviso, la gustosa, saporita cucina semplice, genuina, una delle migliori al mondo!
    Grazie per questo post!
    Un abbraccio
    MG

    RispondiElimina
  3. Beh ma deve essere buonissimaaaa! :P Proverò! ;) Un abbraccio e complimenti! :**

    RispondiElimina
  4. Ahhh non so.. mai fatta una cosa simile.. so solo che mi piace da impazzì!!!!! e poi.. correggi il titolo!!! baci mia cara

    RispondiElimina
  5. mmm...che visione, mica si tratta male il contadino, eh? e i ricordi delle pietanze della mamma...meravigliosi, il tuo bimbo sarà un bimbo fortunato ;)

    RispondiElimina
  6. Ciao, davvero colorate e gustose queste bistecche! Ottimo il fondo di cottura a base di olive, capperi e peperone, un'idea semplice e diversa che vorremmo proprio provare.
    baci baci

    RispondiElimina

Lasciate un commento come segno del vostro passaggio......