lunedì 29 luglio 2013

Madeleine con robiola noci e pancetta


Le madeleine sono dei dolcetti tipici francesi simili ai plumcake ma con il sapore di burro e limone (parliamo delle vere madeleine) più intenso. Non so che in che secolo sono state inventate, ammetto la mia ignoranza, non so manco da chi, ma gli stringerei le mani volentieri e gli darei una pacca sulla spalla dicendogli: ah bello/a grazie per averci dato la base per farle in tutti i modi possibili e immaginabili! Le ho fatte in tanti modi, dolci e salate, adoro la loro forma doppia faccia, da una parte cicciotte da una tutte belle “pettinate” grazie agli stampi che le danno questa forma deliziosa! Chissà se quest’uomo o donna, inventore di queste delizie mi darebbe, anzi, CI darebbe (mica so la sola a farli in 3mila modi diversi) una pacca sulla spalla per complimentarsi o al contrario, una mattarellata tra capo e collo per vendicarsi di tutte le modifiche sulla sua stupenda ricetta!Non parliamo della torta di mele, sempre dolce ma in mille varianti. chissà cosa direbbe la persona che per prima infornò questa delizia. Ahimè, non lo sapremo mai! Con questo magone (machecefregaaaaaaaaaa ma che c’emportaaaaa) ci rassegniamo alle nostre varianti sul tema… et voilà! La ricetta eccola qua! :P
Buon proseguimento (non chiamate la neuro…. Ci vado da sola J )


Ingredienti:
160 g di farina
1 bustina di lievito per torte salate
1 uovo
150 ml di latte
100 g di robiola (io Nonno Nanni)
100 g di pancetta (io Furlotti)
50 g di noci
Un pizzico di sale
Un pizzico di pepe
Stampo in silicone per madeleine di Pavonidea
Procedimento:
In una padella fate rosolare la pancetta senza aggiunta di grassi.
In una ciotola mescolate l’uovo con il sale e il pepe, aggiungete il latte e la robiola e amalgamate tutto. Unite la farina e il lievito setacciati, mescolate ancora e per ultimo unite la pancetta e le noci spezzettate grossolanamente. Versate il composto negli stampi per madeleine e infornate nel forno preriscaldato a 200° per 15/20 minuti. Lasciare raffreddare e servite.


NOTE: non mescolate troppo l’impasto, basta girare rapidamente con un mestolino di legno o un cucchiaio!


Potete servire le madeleine con salumi o/e formaggi stagionati, sarà un bel contrasto di sapori.


11 commenti:

  1. Buone queste madeleine salate e anche carine carine.

    RispondiElimina
  2. Grande post, devo provare!
    La cucina è anche la mia passione nei tuoi articoli si può anche vedere! Saluti

    RispondiElimina
  3. ma che originalità prepararle salate!! wow ma sono deliziose :-)

    RispondiElimina
  4. Io quelle in versione dolce non le ho mai assaggiate!!! Però al momento vorrei avere le tue in versione salata.. son sdiziosissime sai??? Che brava sei.. baci e buon lunedì ;-)

    RispondiElimina
  5. Che delizia questa versione salata! Una vera chicca! Annoto subito!
    Un abbraccio grande
    Mg

    RispondiElimina
  6. A matta, il caldo da alla testa pure a te? Io invece voglio saperlo che ha detto alla prima infornata tizio o caia, so curiosa!! Intanto che aspetto d'illuminarmi, mi accomodo a mi delizio con queste maddalene (che si chiamasse Maddalena??? O_O) in versione salata.
    Grazie per la merenda.
    kisssssss <3

    RispondiElimina
  7. Che bell'idea le madaleines salate! Devono essere una bontà!! Buona settimana!

    RispondiElimina
  8. mi hai fatto venir voglia, da quanto non le mangio!!
    Vedo che il forno è sempre acceso anche da te vedo!!
    baci

    RispondiElimina
  9. Ciao, è da un po' che non facciamo le madleines, l'idea di utilizzare robiola, noci e dolce pancetta ci sembra molto sfiziosa e diversa.
    Alla prossima ce ne ricorderemo di certo.
    baci baci

    RispondiElimina
  10. Passane un paio che è l'ora giusta per l'aperitivo e mi sembrano moooooooooolto azzeccate!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina

Lasciate un commento come segno del vostro passaggio......