mercoledì 21 maggio 2014

Babà con fragole e crema

Erano secoli che desideravo fare il babà ma rimandavo sempre, questa volta però, non potevo rimandare, grazie alla vincitrice del mese scorso, Antonietta, ecco finalmente questa delizia. Ammetto una cosa però, non è tra i miei dolci preferiti in generale, ma con crema e frutta ha il suo perché! Non sarà la versione più originale in fatto di gusti e presentazione, ma per questo MTC mi sono concentrata sulla gola, la mia! Eh si, accontento sempre tutti tralasciando i miei di gusti ma era ora di pensare a me, certo non ho dimenticato anche gli altri, quindi ho fatto due versioni, una alcolica (indovinate per chi? :P ) e una analcolica.
Grazie a MTC e ovviamente alla carissima Antonietta, anche questo mese ho imparato una cosa nuova scoprendone tante versioni.
A prestissimo! ^_^
Ingredienti:
300 g di farina 0
100 g di burro
100 g di farina
3 uova
25 g di zucchero
10 g di lievito di birra
1/2  cucchiaino di sale fino

Per la bagna alcolica:
1 bicchiere di limoncello homemade (il mio lo fa mio suocero J )
1 bicchiere di acqua naturale

Per la bagna analcolica:
200 g di fragole
3 cucchiai di zucchero
1 limone non trattato

Per la crema pasticcera al limoncello:
500 ml di latte
2 tuorli
30 g di farina
30 g di zucchero
1 limone non trattato
1 tazzina da caffè di limoncello ( solo per la versione alcolica)
Procedimento:

Il lievitino:
Impastate 70 g di farina con il lievito sciolto in 50 ml di latte e 5 g di zucchero. Mettetelo in una ciotola e lasciatelo lievitare fino a quando raddoppia di volume.

Primo impasto:
In una spianatoia versate 230 g di farina facendo una fontana al centro, versate il lievitino e le uova, impastate e aggiungete poco per volta il restante latte ( 50ml) (non è detto che serva tutto, a me un cucchiaio è avanzato). Impastate energicamente per una decina di minuti poi riponetelo nella ciotola e lasciate che raddoppi di volume.

Secondo impasto:
Lavorate il burro fino a quando diventerà una pomata, unite lo zucchero rimasto e il sale, aggiungete poco per volta l’impasto preparato prima e impastate sempre energicamente per una ventina di minuti ottenendo un impasto elastico.
Imburrate gli stampi, uno grande e una teglia multiporzione, versate dentro l’impasto facendo delle palline. Lasciate lievitare fino a quando triplicherà di volume. 

La crema:
Nel frattempo, preparate la crema facendo scaldare bene il latte con il limoncello e la buccia del limone lavato e asciugato tagliando solo la parte gialla. In una ciotola sbattete bene i tuorli con lo zucchero, aggiungete poi la farina mescolando bene e senza fare grumi.
Unite il composto al latte bollente e mescolate di continuo fino a quando avrà una consistenza densa (tipo yogurt greco). Lasciate raffreddare mescolando ogni tanto.
Per la versione analcolica, non mettete il limoncello e seguite lo stesso procedimento.

Intanto:
Infornare nel forno preriscaldato i babà a 200°, per quello grande serviranno 25 minuti, per i piccoli 15 minuti. Una volta sfornati, lasciateli intiepidire e rovesciate i babà in due ciotole differenti. (grande in una piccoli in un’altra).

La bagna alcolica:
Dovete semplicemente scaldare l’acqua con il limoncello, versate subito sul babà grande e ogni tanto con l’aiuto di un cucchiaio, bagnate la parte superiore raccogliendo la bagna nel fondo della ciotola.

La bagna analcolica:
Lavate e asciugate le fragole, tagliatele e condite con lo zucchero e il succo del limone. Lasciatele riposare per 1 ora.
Versate il liquido nei babà piccoli, devono essere ben zuppi e sistemateli in un piatto.
Piattini, ciotolina, cucchiaino e tovagliette di Greengate
Per servire:
Mettete con delicatezza il babà grande in un piatto tondo da portata, decorate con ciuffi di crema al limoncello e delle piccole fragole fresche.
I piccoli sistemateli in un piatto lungo, incideteli al centro senza dividerli a metà, farcite con la crema pasticcera e qualche fetta di fragola.
Grandi e piccini sono accontentati ^_^


9 commenti:

  1. che è soffice si vede da qui, le versioni semplici sono sempre le migliori, godurioso tatina baci

    RispondiElimina
  2. Che buono!!! Golosissimo, anche la mia di gola è contenta ^^

    RispondiElimina
  3. Babà e fragole? Mi segno subito questa ricetta!! :D

    RispondiElimina
  4. e'venuto benissimo,ottimo risultato davvero!!
    un bacione, Mirtill@

    RispondiElimina
  5. guarda, debora, posso dirti che hai ragione? è una preparazione impegnativa, almeno la prima volta (secondo me, una volta che ci si prende la mano, il problema è solo riuscire a smettere...), un minimo di gratificazione per la pasticcera vorremo riconoscerla? e poi, l'abbinamento è sempre vincente e la soluzione alcolica convince ancora di più, a maggior ragione se il limoncello è quello del suocero. La lievitazione è perfetta e il risultato assolutamente impeccabile. Bravissima!

    RispondiElimina
  6. Ce n'è per grandi e piccini! E con le fragole mi piace molto!

    RispondiElimina
  7. Magari non è, come dici tu, una versione originale, ma sicuramente sarà stata molto gradita da chi ha potuto gustarlo e da te che lo hai preparato.
    Mi fa molto piacere quando leggo che proprio in occasione di questa sfida si è fatto il babà per la prima volta, e questo è un grandissimo passo per osare in cose che non avremmo mai immaginato di fare e ti ringrazio di cuore per la bella interpretazione che sei riuscita a regalarci!

    RispondiElimina

Lasciate un commento come segno del vostro passaggio......